wolf eyes 2 etichetta duke pivovar

Wolf Eyes v2 – Hoppy Pilsner

Seconda cotta di una delle mie birre preferite e più riuscite non andata proprio come volevo, il malto pils diverso e il luppolo un po’ vecchio la mettono in ombra rispetto al primo tentativo molto più interessante. Da rifare sicuramente!

Etichetta English Best Bitter Duke Pivovar

Best Bitter

English Best Bitter dal colore rosso intenso i sentori di malto che si fondono col la luppolatura inglese per una birra dalla bassa carbonazione da bere a secchiate. Questa era l’idea ma il lievito non è stato troppo d’accordo.

Etichetta Berliner Weiss Duke Pivovar

Kiss My Be(r)lin – Berliner Weisse ai Lamponi

Secondo tentativo sour in casa Duke. BErliner weisse nata dall’incontro tra il malto il frumento ed i lamponi. Per la fermentazione ho usato un bland di saccaromyces e batteri lattici di white labs. Il risultato è stata una ottima birra leggermente acida e molto molto caratterizzata nel colore e nel profumo dai lamponi.

Hula Hops – American Ipa

Questa American Ipa è stata prodotta appositamente per partecipare al concorso indetto dal Birrificio la Birrofila e Personal Brewers seguendo le linee guida da loro fornite per produrre un clone della loro Hula Hops.

Doppelgänger – Belgian Dubbel

La mia quinta cotta all grain e la mia ventesima birra casalinga…Una belgian dubbel fermentata con lievito T58 e una buona dose di grani speciali…Nuovo stile per le etichette e collegamento alla pagina con QR code sulla bottiglia!

etichetta wolf eyes

Wolf Eyes – Hoppy Pilsner

La birra che mi ha dato più soddisfazioni in assoluto: monoluppolo Styrian Wolf che le dona un aroma fantastico su base quasi totalmente pils ed a bassa fermentazione. Si è piazzata al secondo posto al Macontest 2017.