Introduzione Attrezzatura

Inauguro la sezione attrezzatura del blog facendo una piccola introduzione su quale sia l’attrezzatura base necessaria per incominciare a cimentarsi con l’homebrewing.
In questo articolo troverete un breve elenco di cosa è compreso nei kit per inizare che potete trovare in commercio, per poi approfondire quelli fondamentali ed aggiungere attrezzatura più avanzata in futuri approfondimenti. Questi kit iniziali acquistabili su vari portali online o bershop permetto di produrre birra partendo da estratto luppolato, le così dette birre in kit (si lo so sembra un gioco di parole i kit per produrre birra in kit).
Questa è la base da cui penso tutti gli appassionati hanno cominciato e in realtà è un’attrezzatura per la sola fermentazione ed imbottigliamento.
In alternativa ci si può anche procurare i componenti di questi set separatamente, ma solitamente il costo di tutto il materiale separato è più elevato di un kit che include le medesime cose.

Quello nella foto sottostante ad esempio è il kit che mi hanno regalato e quindi è stata l’attrezzatura con cui ho prodotto le prime birre:
Kit Homebrewing Completo Pinta
Attrezzatura solitamente contenuta in tutti questi pacchetti per iniziare la produzione casalinga di birra:

  • Uno o due fermentatori in plastica bianca per alimenti dalla capacita’ di 30/33 litri con un rubinetto per travasi in basso e coperchio a chiusura ermetica.
  • Un termometro a cristalli liquidi adesivo per controllare la temperatura della fermentazione (da applicare sul fermentatore).
  • Un gorgogliatore che va posizionato sul tappo del fermentatore con l’apposita guarnizione.
  • Un densimetro cioè uno strumento che ci consente di misurare il progresso della fermentazione attraverso la densità del mosto.
  • Una provetta per il campione in cui immergere il densimetro ed effettuare la misura della densità.
  • Una paletta per mescolare ed aerare il mosto.
  • Un tubo o un sifone per imbottigliare la birra o effettuare travasi tra fermentatori.
  • Una tappatrice a colonna, a due leve o semplice.
  • Un sacchetto di tappi a corona.
  • Un avvinatore (anche affettuosamente detto “schizzetto”) per la pulizia e sanificazione interna delle bottiglie.
  • Uno scovolino o spazzola per la pulizia di bottiglie ed altra attrezzatura.
  • Una sacchetto di metabisolfito di potassio (che consiglio di sostituire al più presto) o altro prodotto sanitizzante in polvere.
  • Eventualmente primo kit di malto luppolato per la vostra prima produzione.

L’unico accessorio fondamentale per iniziare a birrificare ovviamente non compreso nei kit sono le bottiglie. Sono adatte quelle da birra o da spumante mentre non lo sono quelle da acqua minerale con tappo meccanico, perché non sono abbastanza robuste e potrebbero quindi esplodere. E’ anche importante che siano scure e non trasparenti, perché la birra non è molto amica della luce. Le bottiglie marroni offrono più protezione di quelle verdi quindi se possibile preferite sempre le bottiglie più scure. A meno che non si voglia comprarle è necessario raccoglierle con calma magari facendosi aiutare da amici o da qualche bar. Se non riuscite a trovare uno “spacciatore” di vuoti la si può sempre usare come scusa per comprare e bere più birra e approfondire le proprie conoscenze sugli stili che si intende produrre.

Appassionato di birra dal 2012 ed homebrewer dal 2015. Dopo quasi un annetto di Kit mi sono buttato nell'All Grain e non ho più smesso di fare birra. Mi piacciono un po' tutti gli stili anche se mi sono avvicinato a questo mondo grazie alle Pils Ceche che continuo ad adorare. Mi piace bere buona birra in compagnia e condividere tutte le mie esperienze sia di degustazione che di produzione.

Commenti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: